martedì 11 giugno 2013

IO RISPARMIO CON POMI'


In questo periodo, sto insegnando ai miei bimbi a non sprecare in generale,  cucinando il quantitativo giusto delle pietanze e cercando di non fare avanzare nulla;, abbiamo imparato a dosare, in modo che nulla rimanga in frigo NEL DIMENTICATOIO
così abbiamo iniziato a pesare pasta e riso, a usare sugo a grandezza di consumo, barattolo grande POMI' se siamo in tanti,  barattolo piccolo POMI' se siamo in pochi.
Come vedete POMI' offre anche una gamma di prodotti formato piccolo che potete usare per pranzi o cene da SINGOL.
Pomì non è un semplice marchio o l'immagine di un'azienda, Pomì è un contenitore di storie e di persone, di famiglie di produttori che ogni giorno, attraverso le cooperative a cui appartengono, si impegnano per ottenere pomodori di altissima qualità.
Pomì basa la sua identità su concetti e valori sempre attuali, garanzia di qualità e naturalità delle materie prime e trasparenza dell'intero ciclo produttivo.
Sincerità. Pomì è corretto, non mente, parla in maniera diretta.
piantina pomodoroTrasparenza. Pomì crede nella trasparenza della lavorazione e del prodotto. Attraverso i prodotti Pomì si legge la storia del pomodoro e del territorio in cui nasce e viene lavorato. Per Pomì trasparenza non è solo vetro.
Semplicità. Pomì è così come lo si vede, non aggiunge nulla al semplice pomodoro.
Sostenibilità. Pomì, rispetta in pieno i criteri fondamentali della agricoltura sostenibile: la salvaguardia dell'ambiente,
delle sue risorse e degli eco-sistemi. Pomì nasce dalla terra e sa che dal rispetto di essa dipendono il mantenimento della sua alta qualità ed il suo futuro.
Innovazione. Pomì è attuale e moderno senza rinunciare alla sua tradizione. All'avanguardia da sempre nella lavorazione e nel confezionamento del prodotto.
Garanzia. Pomì è un prodotto garantito perché l'intera filiera di trasformazione è controllata e certificata in ogni passaggio dai singoli elementi della catena produttiva.
Salubrità. Pomì è solo pomodoro. Il pomodoro fa bene. Non c'è altro da aggiungere.salsa di pomodoro
Etica. Pomì opera nel pieno rispetto dell'etica del lavoro e per questo è molto attento oltre che all'assoluta regolarità di tutti coloro che operano all'interno della sua filiera, anche alla valorizzazione del patrimonio delle sue risorse umane.
 -------------------------------------------------

 BUON APPETITO CON POMI'

 LA PIZZA E' STATA  FARCITA CON
POMODORO POMI' BASILICO E PATATE 
BUON APPETITO

Pomì, un marchio, un territorio e le sue persone:

Un orgoglio italiano nasce così




Tutto inizia nel 1982, quando un'azienda del parmense che fin dall'inizio del secolo si era specializzata nella lavorazione del pomodoro e la cui presenza sul mercato risale alla prima metà dell'Ottocento, applica, per la prima volta al mondo, nuove tecnologie produttive per il confezionamento della passata di pomodoro Pomì. Nel 2007 il marchio Pomì e gli stabilimenti che lo producono vengono acquistati da Boschi Food & Beverage, società per la trasformazione del pomodoro partecipata dal Consorzio Casalasco del Pomodoro e dal Consorzio.
A gennaio 2012, è annunciata la fusione per incorporazione semplificata della Boschi Food & Beverage nel Consorzio Casalasco, tramite cessione delle quote in possesso di CIO, formalizzazione di un percorso congiunto durante il quale il Consorzio e CIO hanno lavorato per raggiungere una posizione di leadership del settore.
Interregionale Ortofrutticoli C.I.O.
Pomì rappresenta un modello di industria alimentare in sintonia con le rinnovate esigenze nutrizionali e coi mutamenti del gusto, che favorisce, tramite ricerche di sviluppo applicate e il trasferimento tecnologico nella cultura agroalimentare, la salvaguardia della qualità nei prodotti.
Il legame solido e diretto con il mondo agricolo e con il territorio è tra gli elementi principali della forza di Pomì: solo chi può controllare direttamente produzione, raccolta, trasformazione e confezionamento è in grado di certificare che il pomodoro sia al 100 % di origine italiana.  Pomì arriva direttamente dai campi di oltre 300 aziende agricole collocate principalmente nelle province di Parma, Piacenza,
Cremona e Mantova, distanti in media 42 chilometri dagli stabilimenti e situate nel cuore della food valley italiana.
Slide 5